Amadeus. Il viaggio riparte

lun 26 aprile 2021, ore 19.00

CONCERTO PER LA RIAPERTURA

ph. Luigi Angelucci

Francesco D'Orazio, violino solista e concertatore
Orchestra Sinfonica G. Rossini

PROGRAMMA:
G. Tartini, Largo andante dal Concerto per violino in la maggiore D 96
W. A. Mozart, Concerto per violino n.3 in sol maggiore K 216
W. A. Mozart, Sinfonia n.14 in la maggiore K 114

Se nota ai più è la vocazione mozartiana per gli strumenti a tastiera che lo porterà ad essere un ottimo clavicembalista negli anni dell’infanzia ed un osannato pianista nella maturità, meno noto è il suo impegno come violinista-compositore. Un’arte appresa dal padre e affinata proprio durante il suo viaggio in Italia. Seppur brevissima, la parabola di Mozart violinista (14 aprile – 20 dicembre 1775) fu ricca di capolavori fra cui appunto il concerto in programma, in cui il compositore raggiunge un equilibrio perfetto tra virtuosismo e scrittura. Lo strumento solista è messo nel giusto rilievo. Gli effetti strumentali brillanti non mancano ma non sono mai fini a sé stessi. Significativo in questo senso è che il concerto termini con un piano. Sempre lungo il filone del viaggio si colloca la Sinfonia n. 14 in La maggiore K 114 che venne composta a Salisburgo dopo il secondo viaggio di Mozart in Italia. La particolarità di questa sinfonia è l'assenza di un tema principale, compensata dalla presenza di momenti scherzosi. Si suppone che l'opera sia stata scritta per le celebrazioni del Carnevale di Salisburgo. L’idea suggerita era quella di artisti festosi che improvvisavano melodie sopra la musica della sinfonia.

Francesco D'Orazio
Nato a Bari, si è diplomato in violino e viola sotto la guida del padre, perfezionandosi con Carlo Chiarappa e Cristiano Rossi e successivamente con Denes Zsigmondy presso il Mozarteum di Salisburgo e Yair Kless presso l'Accademia Rubin di Tel Aviv. Si è laureato in Lettere con una tesi in Storia della Musica sul compositore Virgilio Mortari.
Il suo vasto repertorio spazia dalla musica antica eseguita con strumenti originali alla musica classica, romantica e contemporanea. Numerosi compositori hanno scritto per lui lavori per violino e orchestra: Ivan Fedele, Terry Riley, Brett Dean, Fabio Vacchi, Michele dall'Ongaro, Michael Nyman. Di particolare rilievo è stata la sua lunga collaborazione con Luciano Berio.
Ha tenuto concerti in tutta Europa, Nord e Sud America, Messico, Australia, Cina e Giappone ed effettuato registrazioni discografiche per Decca, Opus 111, Hyperion, Stradivarius e Amadeus. E' stato ospite di prestigiose istituzioni quali il Teatro alla Scala di Milano, la Philharmonie di Berlino, l'Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Royal Albert Hall e Cadogan Hall a Londra, Cambridge Society for Early Music di Boston, Centre de Musique Baroque de Versailles.
Nel Marzo 2011, diretto da Lorin Maazel, ha tenuto a Washington il concerto celebrativo in USA per i 150 anni dell'Unità d'Italia suonando per l’occasione lo Stradivari 1727 dello stesso Maazel. Ha tenuto concerti con la BBC Symphony Orchestra, la London Symphony, l’Orchestra Filarmonica della Scala, l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, i Berliner Symphoniker, l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, l’Orchestra Sinfonica Nazionale d’Il de France.
Francesco D'Orazio è stato insignito del XXIX Premio Abbiati della Critica Musicale Italiana quale “Miglior Solista”, primo violinista italiano a ricevere questo prestigioso riconoscimento dopo Salvatore Accardo nel 1985.
Suona il violino “Comte de Cabriac" del 1711 di Giuseppe Guarneri e un Jean Baptiste Vuillaume fatto a Parigi nel 1863.

Biglietto unico € 5,00
in vendita da sabato 24 aprile presso il botteghino del Teatro della Fortuna, nel pieno rispetto delle norme anti-Covid

Orario di apertura botteghino
sabato 24, domenica 25 e lunedì 26 aprile
10.00-12.00
17.00-19.00

Biglietteria online
www.vivaticket.it
a partire da sabato 24 aprile alle 10.00
(i biglietti acquistati online andranno comunque ritirati al botteghino prima dell’inizio del concerto)

 

 

Scarica
il programma

Biglietteria

Copyright © Fondazione Teatro della Fortuna - Piazza XX Settembre n.1 - 61032 Fano (PU) - Tel. 0721 827092/830742 - Fax 0721 1797396 - P.IVA: 02281400412
Botteghino: Tel. 0721 800750 - Fax 0721827443 - email: botteghino@teatrodellafortuna.it

Torna su